Un manifesto per la parità di genere in sanità

Secondo i dati dell’Oms, nel mondo 7 operatori sanitari su 10 sono donne, ma di queste meno di 3 su 10 occupano una posizione di leadership. Storicamente in ambito sanitario l’affermazione delle donne è sempre stata molto complessa, per molti anni le differenze di genere non hanno permesso loro di entrare nelle sale operatorie e di far parte del board dei decisori (ancora oggi secondo il Rapporto Oasi 2019, a cura di Cergas-Bocconi, solo il 16% dei direttori generali di struttura è di genere femminile). La parità di genere e l’emancipazione femminile sono obiettivi condivisi dall’Onu, che ha inserito il superamento del gender gap tra quelli fondamentali dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, e solo grazie alla legge Golfo-Mosca si sono raggiunti risultati importanti riguardo alla presenza di donne nei Cda. Occorre dunque creare un «circolo virtuoso» in cui donne e uomini in posizioni di leadership sostengano la carriera del genere meno rappresentato. Ecco perché insieme a tante altre e altri che condividono il progetto abbiamo lanciato un manifesto per sensibilizzare l’opinione pubblica sul talento e la leadership delle donne, una vera ricchezza non solo per le organizzazioni, ma anche per la collettività. Sono 41 i primi firmatari del manifesto pubblicato sul sito www.donneleaderinsanita.it.

Ormai è noto che il coinvolgimento delle donne non attiene più solo alla sfera dei diritti ma a quella degli interessi del Paese: secondo stime di Banca d’Italia, se l’Italia avesse gli stessi livelli di occupazione femminile di altri Paesi europei, il Pil della nazione aumenterebbe del 7%.

Guia Lanciani, Marica Orlandi, Patrizia Ravaioli, Paola Testori Coggi

Related Articles

Sede e segreteria generale
Via Nerino, 5 – 20123 Milano
Presidenza
Corso Vittorio Emanuele II, 22 – 20122 Milano

Contatti
Phone: +39 02 7780 701
arel@arelitalia.com
presidente@arelitalia.com

Privacy Policy