AREL alla Biennale di Venezia 2014, reportage e fotogallery

A cura dell’area DIGITAL PR:
Francesca Bombelli (Sigest) Tiziana Galletta  (biesse)

Queste le impressioni e i pensieri delle socie AREL che hanno partecipato alla 14° Mostra Internazionale di Architettura (la Biennale) di Venezia venerdì 7 novembre.

 

Ecco solo qualche spunto circa i contenuti della mostra.

Absorbing Modernity: 1914-2014. Il tema centrale della mostra diretta da Rem Koolhaas e sviluppato dai paesi nell’intento di mostrare un’analisi di come le nazioni hanno assorbito la modernità dal 1914 a oggi. “Raccontando in modo cumulativo la storia degli ultimi 100 anni, le mostre in svolgimento all’interno dei padiglioni nazionali danno luogo a una panoramica globale dell’evoluzione dell’architettura verso un’unica estetica moderna e, allo stesso tempo, svelano all’interno della globalizzazione la sopravvivenza di caratteristiche e mentalità nazionali uniche che continuano a esistere e fiorire all’interno delle culture individuali, anche con l’intensificarsi della collaborazione e dello scambio internazionale.” (Rem Koolhaas)

Elements of Architecture. il titolo della mostra curata direttamente da Rem Koolhaas (Padiglione Centrale). In una sorta di abbecedario,  Koolhaas racconta l’evoluzione nel tempo dei “protagonisti” dell’architettura (ossia di porte, finestre, pavimenti, corridoi, ecc) proponendo una lettura a volte veramente sorprendente.

Innesti. La chiave di lettura (nonché il titolo) che Cino Zucchi – nominato dal Ministero curatore del Padiglione Italia per la Biennale Architettura 2014, ha scelto per sviluppare il tema Absorbing Modernity: 1914-2014. Zucchi parte dall’assunto che “L’architettura italiana dalla prima guerra mondiale a oggi mostra una ‘modernità anomala’, rappresentata dalla grande capacità di interpretare e incorporare gli stati precedenti attraverso metamorfosi continue. Non adattamenti formali a posteriori del nuovo rispetto all’esistente, ma piuttosto ‘innesti’ capaci di trasfigurare le condizioni del contesto in una nuova configurazione: un atteggiamento visto un tempo da alcuni come nostalgico o di compromesso, ma oggi ammirato dall’Europa e dal mondo come il contributo più originale della cultura progettuale italiana.”(Cino Zucchi)

 

Sede e segreteria generale
Via Nerino, 5 – 20123 Milano
Presidenza
Corso Vittorio Emanuele II, 22 – 20122 Milano

Contatti
Phone: +39 02 7780 701
arel@arelitalia.com
presidente@arelitalia.com

Privacy Policy

Lista eventi

24
Mag
Reale Circolo Canottieri Tevere Remo
-
Roma

07
Giu
Spark One & Two
-
Milano

24
Giu
Genova