Se due edifici rispettano i 10 metri tra pareti finestrate fuori terra, debbono rispettare questa misura anche sottoterra?

Non vi sono molte sentenze che affrontano un caso del genere. La risposta è, a mio avviso, che le porzioni di fabbricato completamente interrate (quindi con esclusione dei seminterrati) non debbano rispettare i 10 metri tra pareti finestrate. Le sentenze che si sono occupate della finalità di questa distanza legale hanno chiarito che si tratta di una norma di tutela igienico-sanitaria, inderogabile dalle normative locali e anche dalla volontà delle parti. La giurisprudenza ha escluso l'applicabilità di questa norma quando tra due edifici sia stato costruito un muro-costruzione (alto più di tre metri) che oscuri completamente la reciproca visuale dei due edifici. Se questo è il principio, non essendoci sottoterra alcuna visuale, il rispetto della distanza legale sarebbe del tutto inutile e contrario allo spirito della norma.


Il quesito è su gentile concessione della socia avvocato Valentina Delli Santi, tratto da Reddie, servizio reso da Redd, Real Estate Data & Documents.

Sede e segreteria generale
Via Nerino, 5 – 20123 Milano
Presidenza
Corso Vittorio Emanuele II, 22 – 20122 Milano

Contatti
Phone: +39 02 7780 701
arel@arelitalia.com
presidente@arelitalia.com

Privacy Policy

Lista eventi

13
Dic
L’Osteria degli Avvocati
-
Roma

15
Dic
Piccolo - Café & Restaurant
-
Milano